[adrotate banner="14"]
z

L'aforisma di Sante Boldrini

Gli innamorati che si parlano, non sempre fanno l’amore; gli amanti che fanno l’amore, non sempre si parlano!

Tutti gli aforismi di Sante

Rumore: perchè il Comune non risponde sulla ricollocazione delle centraline?

Gent.mo Direttore,
lunedì 11 settembre, in occasione della inaugurazione della nuova Sala Miceti, abbiamo ascoltato con molto interesse le parole del ministro della Pubblica amministrazione Madia: “Il senso della pubblica Amministrazione deve essere quello di aiutare il cittadino a esercitare i suoi diritti e non bloccarlo nei suoi diritti…”.

Accanto al ministro condividevano quelle parole, fra gli altri, il sindaco Daniele Manca e l'assessore all'autodromo Annalia Guglielmi. Uno dei diritti che il nostro ordinamento riconosce e tutela, in capo al cittadino che si rivolge a una pubblica amministrazione, è il diritto alla risposta. Diritto che può venire meno in casi del tutto particolari che tuttavia non includono il quesito che abbiamo posto al sindaco di Imola, all'assessore Guglielmi e all'assessore Tronconi con nota protocollata 8 agosto 2017.
Infatti la nostra non è una domanda manifestamente assurda o infondata, né tanto meno illegale perché tutela interessi legittimi, attuali, concreti e diretti: il nostro diritto alla salute. Abbiamo chiesto quale motivo ostativo giustifica la mancata convocazione del Tavolo tecnico richiesta da Arpae il 20 aprile e sollecitata il 16 giugno con oggetto la ricollocazione delle centraline di misura del rumore nelle aree più esposte all'inquinamento acustico prodotto dall'autodromo; chi tutela il diritto alla salute dei cittadini se le richieste dell'ente di controllo e vigilanza sono ignorate dal Comune di Imola? Perché il Comune di Imola non vuole monitorare le aree più esposte all'inquinamento acustico così come richiesto da Arpae a tutela dei residenti?

Signor sindaco, assessore Guglielmi, assessore Tronconi, se leggete queste righe (personalmente le avete già ricevute e speriamo già lette) non dovete necessariamente “connettervi sentimentalmente“ con noi: attaccateci, criticateci, disapprovateci, ma degnateci di una risposta motivata: è un nostro diritto. Quando una Pubblica amministrazione tace alle richieste di un ente, L'Arpae, il cui compito istituzionale è quello di tutelare l'ambiente, il territorio e chi lo abita, e tace alle domande legittime dei cittadini, crea una distanza che si chiama indifferenza: è questo il modo di essere della Pubblica amministrazione imolese?

(Comitato Autodromo – Imola)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *